• Lis Aganis Publishing House,  Memento Mori,  paranormale,  romanzo,  Spiritualità

    Memento Mori è uscito

    di Stella Azzini Memento Mori è nato! La versione cartacea è corredata dalla mie illustrazioni e da una bellissima opera digitale di Massimiliano Nadalini (https://www.instagram.com/latassestudio/).Il progetto grafico e l’illustrazione di copertina sono della bravissima Carin Marzaro (https://carinmarzaro.com/), mentre io ho curato il layout interno e l’impaginazione. Memento Mori è disponibile su Amazon anche in formato Kindle.https://www.amazon.it/Memento-Mori-Stella-Azzini/dp/B095GNV1V3/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=3J8LELKXQYK6H&dchild=1&keywords=memento+mori+stella+azzini&qid=1622882217&sprefix=memento+mori+ste%2Caps%2C140&sr=8-1 Memento Mori è un paranormal romance che sconsiglio ai minori di 16/18 anni.

  • Londra Esoterica,  paranormale,  Spiritualità

    La Londra esoterica – 36 Blythe road

    di Stella Azzini Londra, città cosmopolita dalle mille facce, città in cui regna il dualismo più estremo.La periferia con quartieri tranquilli, che paiono piccoli villaggi, e la City con i suoi grattaceli tirati a lucido in cui si respira l’odore dei soldi, del potere. Un esempio calzante di questo dualismo è Liverpool Street, ai bordi nord del così detto Square Mile (soprannome dato al distretto finanziario della città). È una zona di uffici fighi, banche e assicurazioni, a quattro passi da Brik Lane, quartiere povero, variopinto, chiassoso e dal forte odore di spezie. A Liverpool Street si può osservare uno dei tanti draghi che contrassegnano i confini della City.Il più…

  • Nè di Venere nè di Marte,  Spiritualità

    Se siamo contro siamo con.

    di Valentina Azzini Se siamo contro siamo con. Essere contro con tutte le forze, convinti della propria ragione a discapito di chi invece la pensa differentemente. Sembra essere questo il mantra del 2020. Eppure anche i Baci Perugina ci hanno sempre detto che l’odio non è altro che l’altra faccia dell’Amore, ma ammetto che prima d’ora non l’avevo compreso perfettamente. Ciò su cui poniamo la nostra energia, il pensiero costante, attraverso l’attenzione diviene parte della nostra realtà, talmente concreta e materializzata su questo piano dell’esistenza che non sarà proprio possibile farne a meno. A volte nemmeno lo desideriamo, di farne a meno intendo. Siamo talmente incollati al nostro nemico che…

  • Nè di Venere nè di Marte,  Spiritualità

    Respirazione Olotropica

    di Valentina Azzini Oggi ho sperimentato per la prima volta la Respirazione Olotropica, quella pratica terapeutica che attraverso il respiro consente l’accesso a stati alterati di coscienza, simili a quelli raggiungibili mediante le esperienze estatiche e le pratiche ascetiche meditative. Simili anche a quegli stati indotti da sostanze psicotrope come ecstasy o allucinogeni, ma senza gli scomodi effetti collaterali. Grof, medico, psichiatra e ricercatore degli stati di coscienza non ordinari, scrive nel suo libro (Stanislav Grof e Christina Grof – RESPIRAZIONE OLOTROPICA TEORIA E PRATICA – Feltrinelli Editore) sulla Respirazione Olotropica: «La respirazione olotropica fornisce un accesso ai territori biografico, perinatale e transpersonale dell’inconscio, quindi alle profonde radici psico-spirituali del disagio…

  • Nè di Venere nè di Marte,  Spiritualità

    L’Amore è una danza

    di Valentina Azzini Tutto nell’Universo è parte di una continuità. Esperienze di ampliamento della coscienza da ogni angolo della Terra a ogni epoca conosciuta parlano della sensazione consapevole e totalmente lontana dalla logica della mente, di unità con il Tutto. Nonostante l’apparente separatezza delle cose tutto è un’estensione indivisa di ogni altra cosa. La mia mano, la luce della lampada accanto a me, mio figlio che dorme a pochi metri dal tavolo su cui poggio per scrivere, e lo stesso tavolo, non sono semplicemente cose fatte della medesima sostanza. Sono proprio la stessa cosa. Un’unica cosa, un’enorme qualcosa che ha esteso le sue appendici in tutti gli oggetti visibili ed…

  • Nè di Venere nè di Marte,  Spiritualità

    Bohm!

    di Valentina Azzini Il fisico che nel già nel ’43 non era pienamente soddisfatto delle asserzioni di Bohr (Niels Bohr scienziato ritenuto uno dei fondatori della fisica quantistica) e dei fratelli quantistici, sebbene fosse affascinato dalle dinamiche camaleontiche degli elettroni, fu David Bohm. Ottenuto il dottorato presso l’University of California  a Berkeley, prestò la sua opera al Laurence Berkeley Radiation Laboratory. Lì si trovò ad affrontare un altro eclatante esempio di interconnessione, quel fenomeno che, seppur ricco di sfumature eccezionali, fu ignorato se non tenuto addirittura nascosto dalla fisica ufficiale. Come spesso accade nella storia dell’umanità… L’esperimento condotto riguardava un gas chiamato plasma. Un plasma è un particolare tipo di…

  • Nè di Venere nè di Marte,  Spiritualità

    Unica verità, il dubbio. Il paradosso dell’esistenza.

    di Valentina Azzini In questa rubrica ci divertiremo a destrutturare le certezze fino ad ora conosciute, ipotizzando l’esistenza del non ordinario,  oltre la logica del bene e del male, del giusto e sbagliato. Nè di Venere nè di Marte, viaggeremo in quelle infinite sfumature di colore che ci avvicinano all’eterno. Mentre il termine quantico è entrato a far parte dell’uso comune, poiché quasi tutti in un modo o in un altro hanno sentito parlare di fisica quantistica, (perlomeno in un talk show), non tutti sanno che non è nemmeno l’ultima frontiera delle scoperte scientifiche in ambito di particelle subatomiche. Niels  Bohr, Premio Nobel per la fisica nel 1922, ci spiega…